giovedì 16 ottobre 2014


Per non creare ulteriori polemiche, spieghiamo perchè e come è nato questo gruppo. Mattia Maronelli è stato redattore di un giornale online del Bologna, ma si accorse di non essere pienamente soddisfatto ad avere quell'incarico, in quanto la sua necessità era di volere sensibilizzare più persone per condividere la sua emozione, ela sua passione per il Bologna calcio. Così coinvolse alcuni di noi a creare un indirizzo web per poi formare un gruppo all'interno di facebook. Iniziò tutto quasi per “gioco” per divertimento, fino alla scelta di "www.noi,tifosirossoblù.blogspot.com" che in un secondo momento cambiammo in "iveritifosidibologna.club" semplicemente perchè abitiamo tutti a Bologna. E' chiaro che il gruppo formatosi successivamente è stato denominato i veri tifosi del Bologna proprio per poter accogliere chiunque provasse la nostra stessa passione.Inizialmente voleva essere un gruppo ristretto perchè allargandolo avrebbe significato dedicargli più tempo e meno alla nostra vita privata. Ma nel momento in cui le domande d'iscrizione triplicarono, ci siamo ritrovati per decidere sul da farsi. Troppo forte la voglia di creare una sinergia tra tutti noi, ed in una collettività si sa che ogni strada porta ad una meta buona e per essere soddisfatti basta sapere di poter raggiungere lo scopo prefissato. Così ciò che ci ha indotto, sollecitato, riattivato è stato il piacere e la soddisfazione nel poter creare una sorta di unione, una compattezza forte e importante, per cui abbiamo voluto dirigere il traffico dei nostri sentimenti e della nostra volontà in un unico senso: verso tutti voi. Ciò che ci da la spinta e la forza di continuare in questa impresa è la passione e non la curiosità o il “mi piace” in più. Cerchiamo di dare ad ogni emozione una personalità ad ogni stato d'animo un'anima. Ora siamo arrivati a più di 5.000 iscritti (SU FB) e 49.000 visualizzazioni NEL (BLOG) che vanno in crecendo, e questo non può che renderci felici. Riuscire a riunire così tante persone per un unico ideale è qualcosa di meraviglioso ed eccitante. Lo scopo di tutto questo è anche di dar la possibilità a tutti quanti di conoscere altre persone ed eventualmente creare un'amicizia, perchè come diceva Totò: “Da cosa nasce cosa”. Noi crediamo in tutto questo e vogliamo perseguire la verità in ogni notizia senza interpretazioni personali, e così come le apprendiamo le riproponiamo a tutti voi per rendervi partecipi ad una eventuale discussione sempre condotta con toni pacati. Cosa c'è di più bello nel potersi scambiare idee e propositi parlando della squadra amata? Grazie veramente di cuore a tutti quanti per ciò che ci regalate quotidianamente con il vostro interessamento e la voglia di sapere e scoprire sempre quello che ci accomuna, ovvero la fede nel Bologna fc


giovedì 15 settembre 2016

TORINO SERVA DI INSEGNAMENTO CONTRO SARRI & CO.






Tra recuperi importanti e qualche indisponibilità, è iniziata la marcia di avvicinamento all'anticipo di campionato di sabato sera contro il Napoli. Partiamo subito dalle buone notizie: ieri sono tornati ad allenarsi regolarmente in gruppo sia Maietta che Donsah, che a quanto pare hanno smaltito i reciproci acciacchi patiti all'inizio di stagione. Il loro recupero è decisamente provvidenziale per Donadoni, considerato che bisognerà giocare tre volte in una settimana: dapprima il Napoli, poi la Sampdoria mercoledì 21 al Dall'Ara e infine la trasferta a S.Siro domenica 25 contro l'Inter. Niente male come trittico di partite, l'obiettivo è quello di riuscire a mettere via almeno 4-5 punti da questo filotto in apparenza  proibitivo, ma di fatto assolutamente alla portata dei nostri ragazzi qualora sapessero replicare quanto di buono fatto intravedere contro il Cagliari ed il Crotone: concentrazione, recupero veloce della palla e contropiede rapido. Certo, contro il lanciatissimo Napoli di Sarri occorrerà sbagliare quasi niente, gli uomini di Sarri giocano praticamente a memoria e a velocità supersonica; prestare troppo il fianco alle loro ripartenze ci esporrebbe inevitabilmente al rischio di una debacle simile a quella patita a Torino due settimane fa. E c'è da aggiungere che Mertens, Insigne, Milik e Gabbiadini (se sarà impiegato) sono di certo clienti molto peggiori di Maxi Lopez e Belotti! 

Siamo certi che Donadoni saprà stimolare queste riflessioni nei suoi ragazzi, troppo navigato il nostro Mister per non aver fiutato il pericolo.. Speriamo che la buona prova offerta contro il Cagliari possa fungere da volano per una prestazione di tenore ancora superiore, vista la caratura dell'avversario, e che i nostri riescano addirittura a imporsi come sorpresa della prossima giornata di campionato. Del resto, è risaputo che i pronostici sono fatti anche per essere sovvertiti..!!  

Marco Di Simone




Nessun commento:

Posta un commento